Xiaomi Mi Band 2

Xiaomi Mi Band 2 – Il fitness tracker anche per chi non fa fitness

E' arrivato il momento di raccontarvi perchè mi piace così tanto la Xiaomi Mi Band 2 Sono un nerd sovrappeso (è un eufemismo), non faccio sport dalle ora di educazione fisica a scuola (18 anni fa) eppure recensirò un fitness tracker. Il motivo è presto detto: io non uso questo braccialetto per l'attività fisica o quasi... Utilizzo infatti la Xiaomi Mi Band 2 come smartphone companion, ossia come un piccolo accessorio da portare sempre con me e che mi permetta di non perdere mai le notifiche delle chiamate o delle mie app preferite. Per cominciare una breve carrellata delle caratteristiche: HARDWARE Arrivato alla sue terza versione (dopo la 1 e 1s), il popolare braccialetto di Xiaomi ha finalmente introdotto la novità più attesa dai suoi tanti utilizzatori: il display OLED da 0,42″ sul quale sarà possibile visionare l'ora, i passi, ricevere le notifiche delle app, la frequenza cardiaca, la batteria residua, la distanza percorsa e le calorie bruciate. Altra novità rispetto ai precedenti modelli è la batteria maggiorata di 70 mah, che mi ha garantito un'autonomia di circa 16 giorni con 4 app notificate (Hangouts, Whatsapp, Telegram, Gmail + Telefono ed SMS)  molte volte al giorno. Il rimanente hardware comprende: un accelerometro, un sensore per il rilevamento del battito cardiaco PPG, un modulo Bluetooth Low Energy 4.0 e un pulsante a sfioramento per attivare le varie schermate del display. Importante sottolineare che la MI Band è certificata IP67, quindi potremo farci la doccia o una nuotata in piscina (attenti però a non utilizzarla in acqua salata). IL BRACCIALETTO Rispetto alle generazioni precedenti il braccialetto è ora più morbido e pare anche più resistente. Il sistema di chiusura è saldo e anche il meccanismo di incastro del modulo Mi Band è migliorato, rendendo meno probabile lo smarrimento. L'ovetto va ora inserito dalla parte interna del braccialetto e quanto alloggiato correttamente si sentirà un click. FUNZIONALITA' Per chi ancora non conoscesse la Xiaomi Mi Band 2, ecco quello che si può fare: - contare i passi e monitorare le nostre sedute di allenamento - monitorare il nostro sonno - svegliarci all'ora prestabilita con una piacevole vibrazione al polso - monitorare il nostro battito cardiaco su richiesta - notificare chiamate, messaggi o altre app presenti sul nostro smartphone. Le notifiche si visualizzeranno sul display e il braccialetto vibrerà - avvisarci quando siamo seduti o inattivi da troppo tempo. Le funzionalità sono molto interessanti e in linea con gli altri braccialetti sul mercato, ma vanno sottolineate almeno due mancanze, una delle quali molto importante lato fitness. Parlo della mancata possibilità di monitorare il battito cardiaco di continuo in modalità cardiofrequenzimetro durante le sessioni di allenamento. In pratica il battito può essere misurato solo su richiesta tramite il pulsante della Mi Band 2 e per fare in modo che venga letto correttamente occorre tenere il braccialetto ben stretto e il polso fermo: una cosa alquanto complicata quando si fa sport, no? Peccato! L'altra limitazione è quella relativa al fatto che nel display messo a disposizione visualizzeremo…

Xiaomi Mi Band 2

Hardware - 85%
Comfort - 85%
Software - 80%
Funzionalità Stock - 75%
Batteria - 80%

81%

La Mi Band 2, l'atteso upgrade del braccialetto smart non delude ma ha ancora 2 difetti rilevanti: la mancata possibilità di monitorare il battito di continuo e il contenuto delle notifiche non mostrato sul display. Per il resto in questa fascia di prezzo non ha rivali.

User Rating: 3.35 ( 1 votes)
81
Xiaomi Mi Band 2 – Il fitness tracker anche per chi non fa fitness

E’ arrivato il momento di raccontarvi perchè mi piace così tanto la Xiaomi Mi Band 2

Sono un nerd sovrappeso (è un eufemismo), non faccio sport dalle ora di educazione fisica a scuola (18 anni fa) eppure recensirò un fitness tracker. Il motivo è presto detto: io non uso questo braccialetto per l’attività fisica o quasi…

Utilizzo infatti la Xiaomi Mi Band 2 come smartphone companion, ossia come un piccolo accessorio da portare sempre con me e che mi permetta di non perdere mai le notifiche delle chiamate o delle mie app preferite.

Per cominciare una breve carrellata delle caratteristiche:

HARDWARE

Arrivato alla sue terza versione (dopo la 1 e 1s), il popolare braccialetto di Xiaomi ha finalmente introdotto la novità più attesa dai suoi tanti utilizzatori: il display OLED da 0,42″ sul quale sarà possibile visionare l’ora, i passi, ricevere le notifiche delle app, la frequenza cardiaca, la batteria residua, la distanza percorsa e le calorie bruciate.
Altra novità rispetto ai precedenti modelli è la batteria maggiorata di 70 mah, che mi ha garantito un’autonomia di circa 16 giorni con 4 app notificate (Hangouts, Whatsapp, Telegram, Gmail + Telefono ed SMS)  molte volte al giorno.
Il rimanente hardware comprende: un accelerometro, un sensore per il rilevamento del battito cardiaco PPG, un modulo Bluetooth Low Energy 4.0 e un pulsante a sfioramento per attivare le varie schermate del display.
Importante sottolineare che la MI Band è certificata IP67, quindi potremo farci la doccia o una nuotata in piscina (attenti però a non utilizzarla in acqua salata).

IL BRACCIALETTO

Rispetto alle generazioni precedenti il braccialetto è ora più morbido e pare anche più resistente. Il sistema di chiusura è saldo e anche il meccanismo di incastro del modulo Mi Band è migliorato, rendendo meno probabile lo smarrimento. L’ovetto va ora inserito dalla parte interna del braccialetto e quanto alloggiato correttamente si sentirà un click.

FUNZIONALITA’

Per chi ancora non conoscesse la Xiaomi Mi Band 2, ecco quello che si può fare:
– contare i passi e monitorare le nostre sedute di allenamento
– monitorare il nostro sonno
– svegliarci all’ora prestabilita con una piacevole vibrazione al polso
– monitorare il nostro battito cardiaco su richiesta
– notificare chiamate, messaggi o altre app presenti sul nostro smartphone. Le notifiche si visualizzeranno sul display e il braccialetto vibrerà
– avvisarci quando siamo seduti o inattivi da troppo tempo.

Le funzionalità sono molto interessanti e in linea con gli altri braccialetti sul mercato, ma vanno sottolineate almeno due mancanze, una delle quali molto importante lato fitness.

Parlo della mancata possibilità di monitorare il battito cardiaco di continuo in modalità cardiofrequenzimetro durante le sessioni di allenamento. In pratica il battito può essere misurato solo su richiesta tramite il pulsante della Mi Band 2 e per fare in modo che venga letto correttamente occorre tenere il braccialetto ben stretto e il polso fermo: una cosa alquanto complicata quando si fa sport, no? Peccato!

L’altra limitazione è quella relativa al fatto che nel display messo a disposizione visualizzeremo solo l’icona dell’app notificata e non il contenuto della notifica (quindi niente numero del chiamante, niente mittente del messaggio, ecc..), inoltre non tutte le app notificate visualizzeranno la propria icona ma in alcuni casi sarà una generica. Peccato again!

Ma niente è perduto, andiamo avanti.

SOFTWARE

Come tutti i wearable, anche Xiaomi Mi Band 2 ha bisogno della propria app Mi Fit per gestire il tutto e potete trovarla sul Play store o sul Forum Ufficiale di Xiaomi. Consiglio a tutti la versione del Forum Xiaomi in quando la versione del Play Store manca di alcune funzionalità (oltre ad essere aggiornata con ritardo).
Il software è localizzato in italiano ed è di facile utilizzo: potremo verificare lo stato dei nostri allenamenti, del nostro sonno (verificando anche quante ora di sonno profondo abbiamo fatto) e di tutte le funzionalità elencate in precedenza.
L’unica nota negativa del sw del forum Xiaomi è che non è integrato con Google Fit, ma io non ne faccio un dramma preferendo le funzionalità complete legate alle notifiche dallo smartphone.

Ricordo inoltre che per gli utilizzatori di iOs l’app ufficiale di Xiaomi è presente sull’App Store anche se con alcune funzionalità limitate (soprattutto relativamente alle notifiche delle app).

Eccovi un video di presentazione delle funzionalità dell’app ufficiale aggiornata alla 2.1.6

Prima vi ho parlato di alcune limitazioni del braccialetto, soprattutto quella relativa al cardiofrequenzimetro. Beh, non disperiamo!

Chi conosce i primi modelli di Mi Band, sa anche che esistono da tempo app di terze parti che ne estendono le funzionalità e che permettono una gestione più accurata del braccialetto.

Per fortuna da pochi giorni, Mi Band Notify & Fitness (gratuita sul PlayStore ma con possibilità di sbloccare le funzionalità PRO a 1,99 € tramite acquisto in-app), una delle migliori app di terze parti per il braccialetto Xiaomi si è aggiornata, portando la piana compatibilità per Xiaomi Mi band 2 e andando a colmare la lacuna relativa al monitoraggio del battito cardiaco: sarà infatti possibile attivare il cardiofrequenzimetro durante le sessioni di attività sportiva!

Oltre questa importante feature, Mi band Notify & Fitness permette anche di personalizzare le notifiche della Mi Band permettendoci di scegliere quale icona mostrare (purtroppo niente da fare per i contenuti della notifica).

Ma eccovi un video con la carrellata delle funzionalità principali:

 

CONCLUSIONI

Ho letto moltissime recensioni della Xiaomi Mi Band 2 e tutte concordano su una cosa: al prezzo a cui è proposto gli si può perdonare qualche imperfezione che sicuramente verrà sanata con le prossime versioni.

Per l’utilizzo che ne faccio io è eccellente e sinceramente sapere quanti passi faccio ogni giorno mi sprona anche a fare un po’ di movimento in più.

DOVE ACQUISTARE

Io l’ho comprata su FastTech a circa 32 Euro con spedizione gratuita. Eccovi il link: FASTTECH

Ma oggi grazie al sito TrovaPromozioni sappiamo che grazie ad un coupon possiamo pagarla soli 21 Euro!

 Condividi su G+



Mi chiamo Francesco ma sul web sono presente da sempre con lo stupido nickname "carburano" (acronimo di Carmine Burano). Nella vita virtuale sono un geek appassionato di modding Android (in passato ho realizzato ROM, Kernel e altre cosine del genere), nella vita reale invece mi occupo di tecnologie per l'e-Learning, di SEO e sono una persona che crede ancora nell'ideologia e nel rock'n'roll! Se avete voglia di fare due chiacchiere con me per sfogare le vostre frustrazioni tecnologiche o politiche... beh... questo blog è il vostro posto!


Commenta utilizzando Google+


artic    Officina Wazo - Idee geek e pensiero consapevole è un blog ideato e gestito da Francesco Montanari - 2015