Ciò che deve accadere accade: Matrimonio, OnePlus One e G3!

Ciò che deve accadere accade: Matrimonio, OnePlus One e G3!

Tre mesi complicati e pieni di avvenimenti… geek e non…

 

Carissimi lettori di Officina Wazo, vi chiedo umilmente scusa per la latitanza ma come avrete avuto modo di capire, sono stati tre mesi molto intensi e pieni di avvenimenti che mi hanno tenuto un po’ lontano dal mio blog preferito (anche perchè è il mio :)). Scommetto che non vedete l’ora di sapere i fatti miei… vero?

Matrimonio…

Come forse qualcuno saprà già, il 21 Giugno scorso mi sono sposato! No, non con un device ma con una bellissima donna (Valentina) che già da 5 anni sopporta le mie manie tecnologiche. Vale a breve pubblicherà un bellissimo articolo sul nostro viaggio di nozze in Giappone (3 settimane favolose) inaugurando così la sezione Viaggi di Officina Wazo! Volete vederci? Eccoci qua:

Vale e Fra

Serenata

 

…OnePlus One…

Tornati dal Giappone ho dovuto riprendere in mano le redini della mia nerdaggine, lasciata oramai in sospeso da tempo immemore ed ho avuto la possibilità di acquistare il mitico (nel senso che la possibilità di acquistarlo si lega a doppio filo a situazioni mitologiche) OnePlus One.

Il mio rapporto con questo smartphone è durato solo una quindicina di giorni, periodo di tempo che mi ha permesso di scoprire le sue potenzialità ma soprattutto i suoi punti deboli. Vi riporto una recensione velocissima:

PRO:

  • Batteria, davvero eccellente (quasi 7 ore di schermo).
  • Filosofia “comunitaria” grazie al lavoro di CyanoGen Inc. e delle numerose ROM supportate ufficialmente
  • Hardware potente e ben bilanciato

CONTRO:

  • Difficoltà di reperimento inviti (risulta facile solo grazie all’ausilio di Zeus, Poseidone, Eolo e le altre figure mitologiche)
  • Touchscreen pessimo…
  • Terribile supporto post vendita…

Qui occorre aprire una parentesi:

A pochi giorni dall’acquisto mi sono accorto di qualcosa di strano nel mio OnePlus One:

1 – mentre digitavo sulla tastiera la precisione era scarsissima, mi rendevo conto che scrivendo alla mia solita velocità, i risultati erano pessimi, sembrava quasi che il touchscreen rilevasse swipe invece che due tap effettuati in un breve intervallo di tempo (fenomeno battezzato ghost swipe).

2- Altra cosa assurda mi accadeva su superfici isolanti: se appoggiato su un divano o sullo stand della mia automobile, il touchscreen non era in grado di rilevare più di due tap in contemporanea (!!!!); tenendolo in mano o collegato alla corrente invece il touch non mostrava problemi… insomma… dava tutti i segnali di una costruzione e di un controllo qualità effettuati in maniera approssimativa, con una scarsa “messa a terra” della corrente statica del device.

Scoperti questi due problemi ho prima cercato una soluzione online da utenti che lamentavano i miei medesimi problemi, dopodichè ho aperto un ticket cercando di capire l’origine di tali problemi… Dopo due giorni senza risposta da parte i OnePlus, ho scritto un bel thread sul forum ufficiale, esternando la mia delusione soprattutto per la mancanza di supporto (cosa esternata da molti altri utenti con i medesimi problemi). Potete LEGGERE QUI il mio thread.

Il thread ha ricevuto immediatamente un riscontro forte sul forum con tanto di video (miei e di altri utenti) che dimostravano i due problemi segnalati, ma di risposte ufficiali nemmeno l’ombra. Ho quindi deciso di aprire una richiesta di RMA per procedere con la sostituzione del terminale, ma dopo 10 giorni la mia richiesta era stata chiusa senza nessun feedback o richiesta di informazioni da parte di OnePlus (intanto erano già passati i 14 gg previsiti per il recesso incondizionato)!

Delusissimo dal supporto di OnePlus ho così deciso di disfarmi del terminale, nonostante l’ufficializzazione da parte del team CyanoGen che i ghost swipe derivassero da problemi al driver del touchscreen (forniti da Synaptics) ed ho deciso di acquistare un LG G3.

Ad oggi i problemi del touchscreen non sono ancora risolti e posso affermare che il problema legato alla corrente statica sia un problema hardware che OnePlus non gestirà. Con buona probabilità anche i problemi di sensibilità del touchscreen hanno una componente hardware: Francisco Franco ha ammesso tale possibilità in suo post su Google Plus:

 

Franco Oneplus

se lo dice lui io mi fido…

Addio OnePlus… o forse a tra un paio d’anni… se resisti

…LG G3…

Dopo essermi disfatto di OnePlus One ho avuto l’occasione di prendere un G3 in versione da 2 GB di RAM e 16 Gb di spazio d’archiviazione.

Il device mi ha immediatamente impressionato per il suo design, per la disposizione dei tasti sul retro e per il grande passo avanti fatto da LG negli ultimi anni. Da possessore dello sfortunato LG Optimus Dual ho potuto tastare con mano gli improvement fatti dagli ingegneri di LG per creare un device davvero all’altezza dei concorrenti, forse anche superiore, sia lato hardware che software…

Velocissima recensione anche per lui:

PRO:

  • bellissimo e compatto nonostante i 5,5 pollici di schermo
  • fotocamera eccellente con autofocus laser
  • batteria removibile e espansione tramite MicroSD
  • schermo favoloso QHD ma…

CONTRO:

  • …concordo con molti riguardo al fatto che la risoluzione QHD non è un reale improvement rispetto al FullHD su device portatili sotto i 10 pollici.
  • batteria al di sotto delle aspettative (circa 19 ore con 4 di schermo acceso con la versione 10H molto meno con le altre versioni)
  • bootloader bloccato 🙁

Eccovi una foto scatta col G3:

Riso Patate e Cozze  - G3

Riso Patate e Cozze fatte dalla mamma e fotografate col G3

…Il futuro…

L’ultimo contro del G3 (ossia il bootloader bloccato che ne impedisce di fatto il modding) mi ha fatto prendere l’ennesima decisione: Venderlo ed aspettare il Nexus 6!

Ho capito di essere dipendente da AOSP e dalla possibilità di gestire ogni aspetto del modding, senza dimenticare la fluidità dei Nexus che reputo ancora superiore rispetto a tutti gli altri device Android in commercio.

Intanto temporeggio e mi disintossico dalla smartphonite con un drammatico Samsung Galaxy S Plus (credo sia il peggior smartphone mai messo in commercio nell’universo) mentre con Vale diamo un’occhiata in giro per una casetta da acquistare (facciamo muovere l’economia)!

 

…Post Scriptum

Come saprete adoro provocare e prendere in giro i vizi tecnologici che ci attanagliano, per questo ho deciso di creare uno spin-off di OfficinaWazo: MELANDROIDE.IT. E’ un sito assolutamente satirico e senza nessuno scopo informativo, ma mi auguro che possa farvi fare due risate! E’ un sito di puro trolling tecnologico! dai dai dai dategli un’occhiata!

Clicca sull'immagine per visitare Melandroide :)

Clicca sull’immagine per visitare Melandroide 🙂

 

A presto amici.

Francesco

 

PPS: L’immagine di copertina l’ho scattata in un mercato a Kyoto… Spam Giapponese 🙂

 Condividi su G+



Mi chiamo Francesco ma sul web sono presente da sempre con lo stupido nickname "carburano" (acronimo di Carmine Burano). Nella vita virtuale sono un geek appassionato di modding Android (in passato ho realizzato ROM, Kernel e altre cosine del genere), nella vita reale invece mi occupo di tecnologie per l'e-Learning, di SEO e sono una persona che crede ancora nell'ideologia e nel rock'n'roll! Se avete voglia di fare due chiacchiere con me per sfogare le vostre frustrazioni tecnologiche o politiche... beh... questo blog è il vostro posto!


Commenta utilizzando Google+


artic    Officina Wazo - Idee geek e pensiero consapevole è un blog ideato e gestito da Francesco Montanari - 2015